IDHEA

​​Studio di Psicologia e

Psicoterapia Integrativa Relazionale

 

La Psicoterapia Integrativa Relazionale 

(vd. I.I.P.A. www.integrativeassociation.com )

LE BUONE RELAZIONI

SI GENERANO

ATTRAVERSO:

 
La Psicoterapia Integrativa si prefigge la possibilità di ri-orientare l'individuo verso un armonico ed equilibrato senso di “interezza di sé”, un senso di sé e della propria coscienza e consapevolezza piuttosto rischiarate.

Il concetto di Integrazione si riferisce a diversi significati, in generale sottintende la connessione tra elementi o funzioni diverse nella persona: l'aspetto affettivo, l'aspetto cognitivo (pensiero), quello corporeo-fisiologico-somatico, comportamentale, relazionale e finanche quello spirituale. 
 
Tutte queste manifestazioni sono parti distinte della personalità in un tutto operante.

Attraverso l'ascolto e l'accoglimento di ciascun aspetto di funzionamento psicologico, e all'interno della relazione con il terapeuta, è possibile integrare, cioè fare contatto con ognuno di queste parti della personalità
Allo stesso tempo si vuole promuovere la connessione di ciascuna con le altre. Il risultato è fare un esperienza di percorso insieme al terapeuta, interpersonale, in cui si possa valutare dove si è maggiormente o minimamente "aperti o chiusi al contatto", al funzionamento  nei vari aspetti di sé: si tratta di recuperare un contatto, una consapevolezza su ciascuna parte di sè, cognitiva, affettiva o corporea e facilitare una connessione più funzionale delle stesse.

In questo senso la psicoterapia integrativa è una pratica che vuole “rendere interi”, vuole favorire e rafforzare la coscienza e la consapevolezza di sè e del sè, l'espressione totale dell'essere della persona in modo armonico, procurando coesione e forza nella stessa quando si rapporta con i vari elementi presenti sia al proprio interno, sia fuori se stessa nello spazio intersoggettivo e sociale.

Tutto ciò rimanda allora al concetto di “unità”, di centralità, e al “chi veramente si è”, al ”chi sono”.

Da questa prospettiva, un altro aspetto importante è quello spirituale, che pure viene considerato dalla psicoterapia integrativa, perchè da tutte le religioni e dalle varie spiritualità viene valorizzato questo concetto di un “senso nucleare del sè”, come centro di integrazione e di verità che si rivela.

Va da sè che gran parte dell'attenzione clinica è indirizzata alla conoscenza e cura delle “frammentazioni” nella persona, che sono conseguenza dell'impossibilità di mentenersi integri, o interi: le frammentazioni, che portano al consolidarsi nel tempo di varie parti di sè separate una dalle altre, alle maschere, o come Pirandello ha descritto piuttosto brillantemente in “Uno Nessuno e Centomila”, costituiscono il motivo principale perchè la persona possa sentirsi inadeguata o non accettata, innefficace, con poca autostima e cura di sé, insoddisfatta dell'esito delle relazioni umane, che sembrano provocare spesso un senso di offesa, vergogna, rabbia, ecc.

La finalità, quindi della psicoterapia integrativa è far si che la persona possa esprimere in tutta la pienezza possibile, tutte le qualità del suo essere, i propri talenti, attraverso quei modi di realizzarli che saranno unici e così personali.

Ci si rivolge ai "bisogni relazionali" soddisfatti o mancati lungo tutto il ciclo di vita della persona.
 

La "CHIAVE DEI METODI" è la strategia centrale della "TEORIA INTEGRATIVA" e si rappresenta con una chiave, che sta ad intendere il "come riuscire ad entrare in contatto" con la persona del cliente, e a come favorire il contatto con se stessa e con gli altri.

 



 

 LA RELAZIONE TRA LE TEORIE PSICOLOGICHE INTEGRATIVE


La teoria "Integrativa" prende in considerazione così molte prospettive del funzionamento umano. L’approccio Psicodinamico, quello Centrato sul cliente di Rogers, quello Comportamentale, quello Cognitivo, quello Sistemico-Relazionale, la Terapia della Gestalt, le Psicoterapie Corporee, le teorie di Relazioni Oggettuali, la Psicologia del Sè, e gli approcci d’Analisi Transazionale sono tutti considerati nella prospettiva di sistemi dinamici.
 
Ognuno di essi provvede una parziale spiegazione del comportamento.

Ma, soprattutto, ognuno è migliorato quando è selettivamente integrato con altri aspetti dell’approccio dello psicoterapeuta.
Non esiste una teorizzazione che riesce a spiegare proprio o sempre tutto del comportamento umano. Per questo si considerano valide tutte queste prospettive purché comunque mantenenti punti coerenti di contatto teoretici, finanche la prospettiva spirituale.
 
 
 
 
 

 

RICONOSCERE E VALORIZZARE

LE RELAZIONI PRODUTTIVE DEL

LAVORO COMUNE CON I COLLEGHI 

 

LA RELAZIONE AFFETTIVA

SICURA PER TE

 

LA RELAZIONE DI SCAMBIO

CON L'ALTRO E LA QUALITA' DELLA RELAZIONE

 

RIUSCIRE AD AVERE EFFICACIA, IMPATTO  SUGLI ALTRI E NEL MONDO

 

STARE IN RELAZIONE ATTRAVERSO LA CONDIVISIONE E LA SOLIDARIETA'

 

PROGETTARE IL PROPRIO FUTURO NELLA PROSOCIALITA'

 

SAPER MIGLIORARE IL PROPRIO LAVORO



?

 

Quelle quì sopra descritte, possono essere alcune arie di interesse da trattare nei percorsi di counseling o di terapia individuale e di gruppo che sono attivi presso lo studio.

 

?


Riconosci qualche esperienza difficile su cui vorresti migliorare?

 

?


Confrontandoti con le tipologie di relazioni che hai ogni giorno, trovi quì sopra qualche descrizione che ti colpisce e che attiva un tuo interesse per la riflessione o per un tuo bisogno di crescita ?

 

concetti-fig4
Create a website